04 gennaio 2007

Non siamo soli.

Da "Memorie dell'Arte Bimba" (pag. 80)

Tomasi di Lampedusa nel Gattopardo evoca la crema per capelli Atkinson, ma il Babbone, benchè siciliano pure lui, quindi affetto in toto dai cascami di quella cultura barbiera, non era, come dire, così principesco, e per divertirsi con noi tre si accontentava della più popolare Brillcream. ♪Brìllcrììm, Splendóre- Néi- Capélli. Farsi impomatare la testa dalle sue mani affettuose e giocherellone era una cosa lontanissima dal nostro modo di concepire il mondo: un bianco ricciolone di crema spalmato sui capini, e rispalmato, e lisciato, e rilisciato, per scrupolosi infiniti minuti, noi tra le sue gambe e lui seduto sul bordo della vasca, che non ci mollava finchè le nostre teste non erano perfette sfere limonose, e luminose, solcate da una riga tirata con la squadra. Tra grandi risate generali venivamo esibiti a nostra madre, e solo dopo lasciati scappare. Accettavamo partecipi quello scherzo colto e sottile, presa in giro delle folle di cretini che allora andavano veramente in giro così e non se ne vergognavano, ma intanto pure noi dovevamo tenerci il cranio a capocchia per ore, lucido come solo gli scemi luccicano, e queste cose il Cortile, frontiera spietata, non le lasciava passare: venivamo presi per il culo a sangue.

Ora da grande i nervi mi montano il triplo, perché quello che credevo fosse una mia esclusiva, tenero esempio della specialissima follia serpeggiante in casa, me lo vedo riproposto senza pudori dalla Rete. Ho commesso l’errore di battere “Brillcream” nei motori di ricerca, e dai blog di mezzo mondo ex figli senza pudore mi hanno assalito ricordandomi commossi quanto fossero pazzi i loro padri. Non vale.

4 commenti:

Filippo Scozzari ha detto...

"Senza pudori"

M'è scappata due volte questa frase d'antico sapore, ma nel libro la cazzata NON c'è.

ha detto...

sei diventato il mio riferimento quotidiano...
gracias
:)

Filippo Scozzari ha detto...

De nada, anche se mi piacerebbe sapere: riferimento di che cosa?
Siamo al "Non sparire. La mia vita senza te sarebbe ancor più sciapa del povero Aigort", o siamo invece sul "Dai Scòxx, facce ride..."?

ha detto...

mah...diciamo un pò di entrambi, con un pizzico di sorrisi e qualche goccia salata... "riferimento" in quanto leggerti è sempre bello, è quello che dici e COME lo dici che trovo irresistibile piuttosto e anzichenò.
ciao Scòxx :)